Ginseng, una radice magica!

March 19, 2015

Il Ginseng, il cui nome botanico è Panax Ginseng, è una pianta appartenente alla famiglia delle Araliaceae. Innumerevoli sono le sue proprietà; già il nome la dice lunga, infatti Panax deriva dal greco pan-axos e significa letteralmente “che guarisce tutto”. In cinese il termine ginseng deriva dalla parola “ren sheng” che significa uomo-radice, sottolineando l’effetto positivo sul corpo umano. Questa pianta cresce soprattutto in Asia Orientale ed in Nord-America. Ci sono diverse specie di ginseng ma la più nota e studiata è il Panax. Le parti nobili della pianta sono senza dubbio le radici che ricche di vitamine, oli essenziali, ginsenosidi (sostanza antiossidante) conferiscono al ginseng virtù e proprietà benefiche per l’organismo.

Le Vitamine del gruppo B presenti nel ginseng hanno un’azione specifica benefica sulla pelle e sul sistema nervoso; in particolare la Vitamina B12 gioca un ruolo importante nella formazione dei globuli rossi da parte del midollo osseo. Discreti i livelli di Vitamina C ed E, importanti antiossidanti e di Vitamina F necessaria per combattere i disturbi mestruali (inoltre in gravidanza la Vitamina F favorisce lo sviluppo del feto e le contrazioni durante il parto).

La radice del ginseng è un tonico potentissimo per tutto l’organismo: diversi studi hanno dimostrato come il ginseng influisca positivamente sul rilascio del cortisolo (ormone che migliora la risposta agli stress psicofisici stimolando la funzionalità del sistema nervoso). Il ginseng quindi rende l’organismo più resistente, riducendo i danni causati da agenti patogeni o appunto dallo stress. In generale, la sua grande abilità è quella di ripristinare il giusto equilibrio nell’organismo, aumentando le capacità di adattamento ai cambiamenti ambientali ed infatti tale pianta viene considerata una dei più efficaci “adattogeni” conosciuti. È in grado di potenziare le difese immunitarie e migliorare le capacità fisiche e mentali. Note sono anche le sue qualità afrodisiache in quanto il ginseng stimola la produzione di ossido nitrico, sostanza con effetto vasodilatatore.

Numerosi studi hanno evidenziato i benefici del ginseng anche sui diabetici: tale pianta ha proprietà ipoglicemizzante, infatti i ginsenosidi sembrano favorire la sintesi di insulina ed aumentare la produzione di trasportatori del glucosio nel fegato; i panaxani (polisaccaridi contenuti nel ginseng) sembrano invece diminuire la sintesi di glucosio a livello epatico ed aumentare il suo utilizzo nei vari tessuti.

Copyright by IMBIO 2017. All rights reserved.